Category Convegni e Call for papers

“Analysing Josquin”. International Online Conference (Università di Pavia, 18-19 novembre 2021)

In occasione del cinquecentenario della morte di Josquin Des Prez, il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali (Università di Pavia, sede di Cremona), organizza un convegno intitolato: “Analysing Josquin. Tonal organization, form, structure, expression and rhetoric in Josquin’s music.” Il convegno sarà trasmesso in streaming sul canale YouTube del Dipartimento.

Maggiori informazioni

Le musiche d’arte del XXI secolo in prospettiva storica (seconda giornata di studi, martedì 9 novembre 2021, Online).

Si segnala la seconda giornata di studi “Le musiche d’arte del XXI
secolo in prospettiva storica”, in programma il 9 novembre 2021
online, via Teams, promossa dal Dipartimento di Studi Umanistici
dell’Università di Napoli “Federico II”.

L’incontro è dedicato alla memoria di Antonio Rostagno.

Scarica il file .pdf con il programma completo e le modalità di
partecipazione.

“Caruso 100” (Convegno, 21 Ottobre 2021, Conservatorio di Musica San Pietro a Majella)

“Musica e dimensione spirituale dopo la Rivoluzione francese” (Call for Papers, Siena, Accademia Musicale Chigiana, 1-3 dicembre 2022

La Rivoluzione francese ha avuto un impatto decisivo sulla mentalità collettiva nei confronti delle pratiche religiose, innescando un processo di “secolarizzazione” che ha aperto la strada a una progressiva sacralizzazione dell’arte. Molti artisti si sono allontanati dalla religione istituzionale e dai dogmi della fede cristiana per esplorare orizzonti di spiritualità legati alle componenti mistiche dell’esperienza religiosa; e mentre ai compositori venivano attribuite qualità divine, gli ascoltatori cominciarono a considerare la musica come un oggetto di venerazione e contemplazione spirituale. Ai primi dell’Ottocento, affermazioni come «La musica può esprimere qualunque livello di spiritualità» (Schlegel), «La musica è certamente il sommo mistero della fede, la mistica, la religione completamente rivelata» (Wackenroder) e «L’unico oggetto della musica è l’infinito» (E.T.A. Hoffmann) favorirono la diffusione della categoria estetica di Kunstreligion, in base alla quale si attribuisce alla musica – strumentale o vocale, liturgica o profana – la capacità di innalzarsi all’intuizione dell’infinito e dell’assoluto, ovvero di quegli stessi elementi che costituiscono la sostanza della religione medesima.

Maggiori informazioni

“Musica e letteratura al tempo di Dante” (Torino, 21-22 Ottobre, Convengo)

La Shoah come metafora. Analogie, ibridazioni, accostamenti (“Clessidre. Dialoghi interdisciplinari sulla memoria”, Call For Papers)

Nel dibattito pubblico degli ultimi decenni le analogie con la Shoah sono diventate ricorrenti. È un processo non nuovo (basti pensare all’incubo dell’“olocausto nucleare”), ma che col tempo si è allargato. In gran parte, questi accostamenti hanno riguardato genocidi, o eventi analizzati anche attraverso tale categoria, tanto che nell’ambito anglofono, dal 1945 ad oggi, i due lemmi (genocide e holocaust) si sono diffusi lungo strade interconnesse (Gordon e Perra 2016). È accaduto sul piano scientifico, come in quello pubblico, dove massacri quali quelli perpetrati nella penisola balcanica, in Tibet, in Cambogia, in Ruanda, in Congo, hanno fatto numerosi riferimenti alla Shoah, a loro volta alimentando il confronto sull’unicità di quest’ultima nella storia umana.

Maggiori informazioni

Perspectives on Sylvano Bussotti (29 September – 1 October 2021, Online)

Si segnala il convegno “Perspectives on Sylvano Bussotti”, della Justus-Liebig-Universität Gießen, Institut für Musikwissenschaft und Musikpädagogik e con il patricinio dell’Università Ca’ Foscari Venezia, Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali, che si svolgerà online, via zoom, nei giorni 29 settembre e 1 ottobre del 2021.

Per il programma aggiornato e maggiori dettagli si rimanda al sito ufficiale dell’iniziativa.

“Cantare la polifonia da Josquin a Philippe de Monte” (Arezzo, 25-27 agosto 2021, Convegno)

In occasione del quinto centenario della morte di Josquin des Prez (ca. 1450-1521) e della nascita di Philippe de Monte (1521-1603) la Fondazione Guido d’Arezzo, il Centro Studi Guidoniani e la rivista Polifonie organizzano il convegno di studi Cantare la polifonia: da Josquin a Philippe de Monte, che si terrà ad Arezzo nei giorni 25, 26 e 27 agosto 2021, sia in presenza che online.

Il convegno intende offrire un panorama sintetico dello stato della ricerca su questi due maestri della polifonia cinquecentesca, sui generi e sottogeneri musicali del tempo, sui rapporti fra musica vocale e strumentale, e su vari altri aspetti compositivi, notazionali e di prassi esecutiva di interesse attuale in ambito musicologico.

On the occasion of the 500th anniversary of Josquin des Prez’s death (ca. 1450-1521) and of Philippe de Monte’s birth (1521-1603), the Fondazione Guido d’Arezzo, the Centro Studi Guidoniani, and the journal Polifonie will host the conference ‘Singing polyphony: from Josquin to Philippe de Monte’ in Arezzo on 25-26 August, 2021 (to be held both in person and online).

The conference aims at providing an overview of current research on these two masters of Renaissance polyphony, as well as on the musical genres and subgenres of the time, on the relationships between vocal and instrumental music, and on other compositional, notational, and performing aspects that are currently the objects of scholarly investigations.

Il convegno si svolgerà in streaming collegandosi al sito: www.polifonico.org
o al canale Youtube della Fondazione Guido d’Arezzo

The meeting will be held remotely through the Website www.polifonico.org

Scarica il file .pdf con il programma completo del convegno

Convegno internazionale sulla critica musicale (Università di Milano-IULM, 30 novembre; 1, 2 dicembre 2021)

Organized by the Master in Music Publishing and Production and the “Giampaolo Fabris” Department of Communication, Arts and Media Studies, Milan-IULM University

Organizzato dal Master in “Editoria e produzione musicale” e dal Dipartimento “Giampaolo Fabris”, Università di Milano-IULM

With the contribution of Finleonardo S.p.a./Col contributo di Finleonardo S.p.a.

To the memory of Arrigo Polillo, and in honor of Quirino Principe/In memoria di Arrigo Polillo, e in onore di Quirino Principe

Concept by Luca Cerchiari; curated by Luca Cerchiari and Stefano Lombardi Vallauri

30.11 e 1 e 2.12.2021

Sala dei 146, IULM 6

Maggiori informazioni

15th Moisa Research Seminar (2, 5-6, 8-9 Luglio 2021)

La 15esima edizione dei “Moisa Research Seminars”, organizzata da Paola Dessì per l’International Society for the Study of the Greek and Roman Music and its Cultural Heritage con il Dipartimento dei Beni culturali dell’Università di Padova, si concentra sui passi di interesse musicale presenti nei 10 libri del trattato “De Architectura” di Vitruvio.

Maggiori informazioni