Ultimi Articoli

Commissioni

Il lavoro dell’ADUIM si articola in commissioni dedicate agli interessi e attività principali dell’associazione.

Premio ADUIM

Assegnazione del PREMIO ADUIM 2023

La Giuria del Premio ADUIM 2023 si è riunita il 17 dicembre 2023, per esaminare e valutare le cinque produzioni ammesse alla fase finale del Premio ADUIM 2023.

Dopo ampia discussione, la Giuria ha deciso all’unanimità di assegnare il premio annuale ADUIM 2023 per la migliore produzione musicale frutto di ricerca musicologica o etnomusicologica a La Senna festeggiante (Serenata a tre RV 693) di Antonio Vivaldi, realizzata dall’Accademia Musicale Chigiana nell’ambito del Chigiana International Festival & Summer Academy 2022, in coproduzione con il Dipartimento di Musica Antica dell’Università Mozarteum di Salisburgo. La Serenata è stata eseguita a Siena il 2 settembre 2022 dalla Chigiana-Mozarteum Baroque Orchestra diretta da Alfredo Bernardini.

La Giuria ha valutato positivamente la qualità del progetto, per la collaborazione virtuosa tra produzione musicale, ricerca musicologica e prassi esecutiva. L’esecuzione si è basata sull’edizione critica curata da Alessandro Borin, in preparazione nell’ambito dell’Edizione critica delle opere di Antonio Vivaldi pubblicata da Casa Ricordi in collaborazione con l’Istituto Italiano Antonio Vivaldi della Fondazione Giorgio Cini di Venezia e diretta da Reinhard Strohm e Alessandro Borin, che si avvarrà anche di questa esperienza esecutiva.

Si sottolinea inoltre che l’Accademia Musicale Chigiana ha svolto un ruolo storico decisivo nella riscoperta delle opere di Antonio Vivaldi, a partire dalla prima Settimana Musicale Senese organizzata nel 1939 con la direzione artistica di Alfredo Casella. Anche la prima esecuzione moderna de La Senna festeggiante è stata realizzata a Siena, con la direzione di Carlo Maria Giulini nella revisione di Guido Turchi, in occasione della Settimana Musicale Senese del 1949. La nuova produzione del 2022 diretta da Alfredo Bernardini ha dunque ribadito il legame profondo e duraturo dell’Accademia Musicale Chigiana con la riscoperta vivaldiana.

Selezione delle candidature per il PREMIO ADUIM 2023

 

Dopo attenta valutazione e verifica dei requisiti stabiliti dal bando, delle 25 candidature pervenute per concorrere al Premio ADUIM 2023, la giuria ha selezionato le seguenti cinque proposte (elenco in ordine alfabetico):

  1. Les Abencérages (1813) di Luigi Cherubini, direttore György Vashegyi. CD con libro, Palazzetto Bru Zane, “Opéra français”, vol. 34. Data di pubblicazione: 11/11/22.
  1. Bîrûn. Seminario e Concerto di musica ottomana dedicato a “Le composizioni del Principe Demetrius Cantemir (1673-1723)”, organizzati dall’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati della Fondazione Cini e condotti dal Maestro Kudsi Erguner, 11-15 luglio 2022.
  1. Mahabharata Opera Project (primo atto), di Riccardo Nova, Ensemble MusikFabrik, Philharmonie Essen, direttore Peter Rundel, ottobre 2022.
  1. La Senna Festeggiante di Antonio Vivaldi, Chigiana-Mozarteum Baroque Orchestra, direzione di Alfredo Bernardini, Chigiana International Festival 2022, coproduzione con il Dipartimento di Musica Antica dell’Università Mozarteum di Salisburgo.
  1. Simon Boccanegra, di Giuseppe Verdi. Prima esecuzione dell’edizione critica della versione per Venezia del 1857, a cura di Roger Parker (Ricordi 2021), Festival Verdi di Parma, 2022. Direzione: Riccardo Frizza. Regia Valentina Carrasco.

Bando

Bando per l’assegnazione del premio annuale ADUIM per la migliore produzione musicale frutto di ricerca musicologica o etnomusicologica

L’ADUIM, Associazione fra Docenti Universitari Italiani di Musica, bandisce un premio annuale come riconoscimento per la migliore produzione musicale (spettacolo dal vivo, incisione discografica o video) realizzata in Italia o all’estero nell’anno solare 2022 che sia frutto di una ricerca musicologica o etnomusicologica

Entro il 30 maggio 2023, i soci dell’ADUIM sono invitati a inviare all’indirizzo info@aduim.eu segnalazioni dettagliate, documentate ed eventualmente corredate da link a materiali audiovisivi, acccompagnate da un breve giudizio critico delle produzioni musicali, che nell’anno solare precedente, si siano distinte per l’efficacia dell’operazione nonché per la rilevanza della ricerca musicologica che ne è alla base.

Ciascun socio può inviare anche più di una segnalazione. Le segnalazioni nominali che la commissione valuterà saranno disponibili nell’apposita sezione del sito ADUIM.

Entro il 30 luglio 2023 la giuria di sette soci nominata nel corso dell’Assemblea annuale 2023 renderà nota sull’apposita sezione del sito ADUIM una rosa di candidature, fino a cinque, che saranno poi valutate sulla base dell’acquisizione di ulteriore documentazione audiovisiva e cartacea, qualora non sia già disponibile.

La proclamazione avrà luogo nel corso dell’assemblea annuale dell’ADUIM del 2024 in presenza, come invitati, di rappresentanti della produzione premiata.

Componenti della Giuria per il Premio ADUIM 2023

Marco Bizzarini (marco.bizzarini@unina.it)
Fulvia Caruso (fulvia.caruso@unipv.it)
Antonella D’Ovidio (antonella.dovidio@unifi.it)
Dinko Fabris (dinkofabris@gmail.com)
Andrea Malvano (andrea.malvano@unito.it)
Gianluigi Mattietti (gianluigi.mattietti@gmail.com)
Susanna Pasticci (s.pasticci@unicas.it)

 

Regolamento Premio ADUIM

per produzioni musicali legate alla ricerca musicologica

La giuria del premio è formata da sette membri, e rimane in carica per il triennio corrispondente alla durata del consiglio direttivo. Due membri sono designati in seno al direttivo stesso, gli altri vengono individuati, sempre dal direttivo, tra gli altri soci, previo accertamento della loro disponibilità. I sette membri della giuria devono appartenere ad almeno cinque atenei diversi.

Il premio riguarda produzioni musicali realizzate, in Italia o all’estero, nell’anno solare che precede quello del premio. La selezione della produzione da premiare avviene attraverso tre fasi calendarizzate dal consiglio direttivo:

1) Nella prima fase, i soci sono invitati a inviare alla giuria, entro un mese, segnalazioni (dettagliate, documentate, eventualmente corredate da un breve giudizio critico) delle produzioni musicali che, nell’anno solare precedente, si siano distinte per l’efficacia dell’operazione nonché per la rilevanza della ricerca musicologica che ne è alla base. Ciascun socio può inviare anche più di una segnalazione.

2) Nella seconda fase, la giuria si riunisce (in presenza oppure telematicamente) per esaminare e discutere le segnalazioni inviate dai soci, confrontandole anche con eventuali proposte della giuria stessa. Al termine della discussione, la giuria seleziona una rosa ristretta di cinque candidature rese pubbliche da valutare sulla base dell’acquisizione della documentazione audiovisiva e cartacea, qualora non già disponibile.

3) Nella terza fase, la giuria si riunisce nuovamente (in presenza oppure telematicamente) per deliberare, a maggioranza, a quale produzione attribuire il premio.

Il premio consiste in un attestato, congiuntamente ad un giudizio motivato, che verrà consegnato alla produzione. Tale consegna avverrà durante una cerimonia, organizzata dal consiglio direttivo. Ci si avvarrà della collaborazione di un ufficio stampa professionale, per dare massima visibilità e copertura mediatica all’evento.

Albo d'oro

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

Associazione fra i Docenti Universitari Italiani di Musica
Associazione fra i Docenti Universitari Italiani di Musica

ADUIM nasce nel 1994 con lo scopo statutario di promuovere lo sviluppo delle discipline musicali nell’ambito dell’Università italiana sostenendo.

Commissioni

Il lavoro dell’ADUIM si articola in commissioni dedicate agli interessi e attività principali dell’associazione.