Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l’Europa (1806-1861)

L’Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza (AIRDanza) e la Fondazione Pietà de’ Turchini /Centro di Musica Antica hanno organizzato a Napoli, dal 9 all’11 novembre 2017, un Convegno internazionale dal titolo: Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l’Europa (1806-1861). Le sessioni si svolgeranno in sedi prestigiose appartenenti a istituzioni che hanno attivamente collaborato con l’organizzazione, quali l’ Archivio di Stato di Napoli, la Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III”, l’Università Suor Orsola Benincasa, il Teatro di San Carlo (MeMus).

Il Comitato scientifico è costituito da: Roberta Albano (studiosa indipendente), Rosa Cafiero (Università Cattolica di Milano), Elena Cervellati (Università di Bologna), Arianna Fabbricatore (Université Paris-Sorbonne), Francesca Falcone (Accademia Nazionale di Danza, Roma), Paologiovanni Maione (Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella”, Napoli), José Sasportes (studioso indipendente), Francesca Seller (Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”, Salerno)

Capitale, nell’Ottocento, del più esteso regno della penisola italiana, da secoli importante crocevia per la cultura del teatro e del ballo, Napoli ha costituito fino all’Unificazione d’Italia (1860) uno dei maggiori centri italiani ed europei di formazione alla danza, di produzione e circolazione dei balletti. La Napoli ottocentesca non è stata solo cruciale per le carriere di artisti da tempo celebrati: le glorie dei suoi teatri sono state costruite da tanti ballerini che ancora attendono una riscoperta e una valorizzazione. 

L’obiettivo del Convegno, dopo le preziose iniziative di istituzioni e singoli studiosi già messe in atto, è di proporre una pluralità di oggetti di ricerca, analisi e interpretazione finora solo in minima parte approcciati e che, opportunamente sviluppati, si confida riusciranno a mettere in maggiore luce il ruolo giocato dalla danza a Napoli nell’ambito più generale della cultura coreutica italiana ed europea.
Tra le finalità del convegno si è promossa anche la ricerca coreica e la valorizzazione del patrimonio nazionale e internazionale attraverso approcci basati su premesse metodologiche interdisciplinari, che mirino alla scoperta, all’analisi e allo studio di fonti primarie (relative a teatri, balli, scuole private, ballerini e coreografi, periodici teatrali, partiture, edizioni musicali), nonché contributi che trattino il ballo e la danza in rapporto alle dinamiche dell’identità nazionale (anche in considerazione del processo risorgimentale) e alle necessità autocelebrative e di propaganda del Regno francese e poi di quello borbonico. 

Il convegno si distribuirà in numerosi luoghi prestigiosi e raramente visitabili. L’Archivio di Stato di Napoli, sede di una preziosissima documentazione relativa all’attività dei teatri reali, ha allestito un’importante mostra documentaria sulla Scuola di Ballo del Real Teatro di San Carlo a cura della dottoressa Giovanna Caridei, con la collaborazione della professoressa Maria Venuso, docente di Storia della Danza presso il Liceo coreutico dell’Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli. La mostra verrà inaugurata nella preziosa Sala Filangieri alle ore 11,00 del 9 novembre, dopo l’apertura ufficiale del convegno e i saluti istituzionali e resterà aperta fino alla primavera del 2018. L’importante evento sarà arricchito da una performance di alcuni allievi della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo, diretta da Stéphane Fournial. A seguire e prima delle sessioni scientifiche, presentazione del volume Il libretto di Ballo. Riflessioni storiche e teoriche in omaggio ad Alberto Testa, a cura di Patrizia Veroli con la collaborazione di M. Scarpulla.
 Il 10 novembre i lavori si sposteranno presso la Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa  e, nel pomeriggio, nella  Sala Rari della Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” dove  sarà  inaugurata,  alle 18.00,  una seconda mostra: La danza nelle raccolte della Biblioteca Nazionale di Napoli, a cura di Gennaro Alifuoco e Maria Gabriella Mansi.
Sabato 11 novembre il convegno si riunirà nella Chiesa di Santa Caterina da Siena, sede della Fondazione Pietà de’ Turchini, dove sarà esposta la mostra fotografica Outre la Danse di Luigi Bilancio, per proseguire a Palazzo Reale, presso la sede del MeMus - Museo Memoria e Musica del Teatro di San Carlo di Napoli.

Il Convegno prevede anche sezioni scientifico-performative, come il laboratorio pratico a cura di Ornella Di Tondo e Noretta Nori, con la collaborazione di Mauro Squillante e l’interpretazione al violino di  Davor Krkjius sulla ricostruzione di una tarantella di Gaetano Dura, risalente al 1833-34.
A conclusione di ogni giornata ci saranno alcuni momenti di spettacolo: venerdì 10, nella Chiesa di Santa Caterina da Siena, è previsto il concerto Il balletto dal teatro al salotto: trascrizioni e parafrasi per pianoforte con i pianisti Sara Amoresano, Teresa Desiderio, Alessandro Schiano Moriello. Sabato alle 19.00 verrà allestita  una breve esibizione di balli da sala ottocenteschi dal titolo Immaginando un ballo a Napoli, a cura di BiagioTerracciano (Presidente dell'Associazione Culturale Dimensione Polifonica) e Ileana Parascandolo (Presidente dell'Associazione F.I.DA.S.E.M.-Fondazione Italiana Danza Storica Etnica, Musica), con l’accompagnamento dal vivo del Complesso Strumentale Dimensione Polifonica con Giancarlo Cascino al contrabbasso, Alessandra D'Eugenio al Clarinetto, Vittorio Sbordone al violino e Biagio Terracciano al pianoforte.

Hanno contribuito alla realizzazione del Convegno Internazionale Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l'Europa (1806-1861) alcune importanti scuole di danza della Campania, i cui direttori hanno mostrato una grande sensibilità culturale intervenendo come  sponsor: “Akerusia Danza” diretta da Elena d'Aguanno, “Centro Regionale della Danza Lyceum” diretto da Mara Fusco, “Danza è” di Gabriella Squillante e Andrea Doria, “Movimento Danza” di Gabriella Stazio - Ente di Promozione Nazionale, “Positano Danza” di Alessandra Ginevra, “Spazio Danza” di Annalisa Cernese (Napoli), “Spazio Danza” di Rosa Varriale e Francesco Imperatore, “Studiodanza Staiano” di Lora Tintoretto e Antonio Staiano.

La mostra documentaria presso l’Archivio di Stato di Napoli sulle Reali Scuole di Ballo del Teatro di San Carlo ha visto impegnati gli alunni delle Scuole dell’Istituto Suor Orsola Benincasa, non solo partner scientifico dell’evento. Le produzioni multimediali e di design per l’inaugurazione della mostra documentaria presso l’Archivio di Stato sono state realizzare dagli alunni del Liceo artistico – indirizzo multimediale Alessandro Lambitelli e Lorenza Segreti, con la professoressa Romina Saltoriello, e indirizzo design Davide Lubelli e Luisa Marinelli con il professor Massimiliano Muscio; le traduzioni in lingua inglese e francese delle schede documentarie sono state realizzate dalle classi III, IV e V del Liceo linguistico dell’Istituto, sotto la guida dei docenti di lingue Emmanuel Deux, Ellen Green, Angela Leonardi, Chiara Miraglia Del Giudice, Filomena Schettino, Valentina Anacleria. La performance in Sala degli Angeli degli alunni delle classi II, III e IV Liceo coreutico dello stesso Istituto è a cura della professoressa Viviana Petrone. Coordinamento generale della professoressa Maria Venuso, docente di Storia della Danza dell’Istituto.

Comitato organizzativo: Roberta Albano (studiosa indipendente), Francesca Falcone (Presidente Airdanza/Accademia Nazionale di Danza, Roma), Paologiovanni Maione (Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella”, Napoli/Fondazione “Pietà de’ Turchini”), Letizia Gioia Monda (Dottore di ricerca, La Sapienza Università di Roma), Maria Venuso (Istituto Suor Orsola Benincasa/Dottore di Ricerca Università Federico II di Napoli), Patrizia Veroli (già Presidente AIRDanza, studiosa indipendente).

I LUOGHI
Archivio di Stato di Napoli, Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III”, Università Suor Orsola Benincasa, MeMus, Fondazione Pietà dei Turchini-Centro di Musica Antica.

LE LINGUE
Italiano, francese, inglese


PROGRAMMA

9 novembre - Archivio di Stato di Napoli (Piazzetta Grande Archivio, 5)
ore 10.00

Accoglienza partecipanti

APERTURA CONVEGNO
Sala Filangieri

ore 11.00

Saluti istituzionali

Paolo Franzese (Direttore Archivio di Stato di Napoli)
Francesca Falcone (Presidente AIRDanza)
Maria Federica Castaldo (Direttore generale Fondazione Pietà de’ Turchini)
Rosanna Purchia (Sovrintendente Fondazione Teatro di San Carlo)


ore 11.15

Presentazione della mostra documentaria
Le Reali Scuole di Ballo del Teatro di San Carlo di Napoli, a cura di Giovanna Caridei  (Archivio di Stato di Napoli)

ore 12.00

Esibizione della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo, diretta da Stéphane Fournial

Ore 12.30

Presentazione del volume
Il libretto di ballo. Riflessioni storiche e teoriche in omaggio ad Alberto Testa
A cura di P. Veroli con la collaborazione di M. Scarpulla
Ed. Piretti (2017)
Modera Elisabetta Testa
Saranno presenti la curatrice, Patrizia Veroli e Alberto Testa


ore 14.30-18.00
Sala Filangieri

I sessione
Presidente Patrizia Veroli

José Sasportes
Napoli nella geografia della danza italiana
Madison U. Sowell
Italian theatrical almanacs of the 1830s: the case of the Neapolitan “Almanacco de’ Reali Teatri S. Carlo e Fondo” (1835)
Pier Luigi Ciapparelli
Antonio Niccolini scenografo di balli al Real Teatro San Carlo (1807-1840)

II sessione
Presidente Ornella Di Tondo

Maria Venuso
La Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo: luci e ombre di una istituzione
Francesca Falcone
Armand Vestris danzatore e coreografo a Napoli
Roberta Albano
Salvatore Viganò e Napoli

ore 20.00

Per i relatori, visita della collezione privata di Sergio Ragni relativa a Gioacchino Rossini.
Linda Vanacore (pianoforte), Maria Fosco (soprano), Claudio Coppola (pianoforte).


10 novembre (ore 9.00-13.00) - Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (via Suor Orsola, 10)
Sala degli Angeli

Saluti istituzionali
Lucio d’Alessandro (Rettore Università Suor Orsola Benincasa)

III sessione
Presidente Elena Cervellati

Patrizia Veroli
I balletti di Salvatore Taglioni al San Carlo e al Fondo (1814-1861): una prospettiva sulla base dei libretti
Ornella Di Tondo
Satira e parodia del ballo teatrale nella Napoli dell’Ottocento

IV sessione
Presidente Concetta Lo Iacono

Gunhild Oberzaucher-Schüller
The Samengos in Vienna. A Driving Force towards the New
Noretta Nori
L’immaginario della Tarantella e dei costumi popolari nella dimensione sociale europea tra fine Settecento e prima metà dell’Ottocento
Ornella Di Tondo
Le edizioni della Tarantella napoletana di Gaetano Dura (1833-34-1844 ca.): caratteristiche e problematiche filologiche e coreologiche

Laboratorio pratico a cura di Ornella Di Tondo e Noretta Nori
La Tarantella, ballo napolitano, disegnata da Gaetano Dura (1834). Ipotesi ricostruttive e interpretative, con la partecipazione dei maestri Mauro Squillante e Davor Krkjius


10 novembre (ore 14.30-18.00) - Biblioteca Nazionale di Napoli “Vittorio Emanuele III” (Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito)
Sala Rari

Saluti istituzionali
Francesco Mercurio (Direttore della Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” di Napoli)

V sessione
Presidente Madison Sowell

Mariolina Rascaglia
La danza nelle raccolte della Biblioteca Nazionale di Napoli
Flavia Pappacena
Pandore di Louis Henry al tramonto dell’impero napoleonico
Elena Cervellati
Giselle a Napoli (1849). Strategie artistico-produttive tra localismo e internazionalizzazione

VI sessione
Presidente Francesca Falcone

Annamaria Corea
I balli “shakespeariani” di Louis Henry a Napoli fra il 1808 e il 1814
Antonio Caroccia
Edizioni musicali per il ballo nell’editoria e nella stampa periodica napoletana
Paola De Simone
Soggetti storici, letterari o di pura fantasia, autori, interpreti e censura: dai figurini della Biblioteca del Conservatorio “San Pietro a Majella”. Nuove coordinate e organici per l’Ottocento coreutico a Napoli

ore 18.00

Inaugurazione della mostra: La danza nelle raccolte della Biblioteca Nazionale di Napoli, a cura di Gennaro Alifuoco e Maria Gabriella Mansi (Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” di Napoli)

Fondazione Pietà de’ Turchini – Centro di Musica Antica (via Santa Caterina da Siena, 38)

ore 20.30
Chiesa di Santa Caterina da Siena

Inaugurazione della mostra fotografica Outre la danse, a cura di Luigi Bilancio

Concerto Il balletto dal teatro al salotto: trascrizioni e parafrasi per pianoforte
Pianisti
Sara Amoresano, Teresa Desiderio, Alessandro Schiano Moriello

11 novembre (ore 9.00-13.00) - Fondazione Pietà de’ Turchini – Centro di Musica Antica
Chiesa di Santa Caterina da Siena

VII sessione
Presidente Flavia Pappacena

Claudia Jeschke
Scoring Dancing Mobilities: Bodies, Spaces, Dynamics. Italian Nineteenth-Century Ballet Notations
Roberta Albano e Rosa Cafiero
Shakespeare in ballo: Macbeth di Armand Vestris e Wenzel Robert von Gallenberg (4 ottobre 1818)

VIII sessione
Presidente Paologiovanni Maione

Nika Tomasevic
Egittofilia e mito romano nella Napoli di Gioacchino Murat: La Morte di Cleopatra di Francesco Clerico (San Carlo, 1809)
Concetta Lo Iacono
Il “bel canto silenzioso”ne La Muette de Portici (1828-1916)

Laboratorio pratico a cura di Letizia Dradi
Da Napoli a Parigi, una testimonianza sulla danza di società nel Primo Ottocento: le Contredanses quadrillées di Ferdinando Carulli

11 novembre (ore 15.00-18.00) - Teatro di San Carlo di Napoli, MeMus ̶ Museo Memoria e Musica (Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito)

IX sessione
Presidente Rosa Cafiero

Rossella Gaglione e Domenico Prebenna
La ricezione della danza a Napoli attraverso le pagine dell’“Omnibus”
Paologiovanni Maione e Francesca Seller
Strategie della danza a Napoli tra impresa e repertorio
Carmelo Antonio Zapparrata
Grandeur Sicilienne e danza sulle scene del San Carlo: alcuni esempi di Salvatore Taglioni

X sessione
Presidente Francesca Seller

Noemi Massari
Gaetano Gioia al Teatro di San Carlo
Bruno Ligore
Le lettere di Élise Henry-Vallier e di Louis Henry conservate negli archivi parigini
Rossella Del Prete
L’industria creativa a Napoli in età moderna: la Scuola di Ballo del Regio Teatro di San Carlo tra formazione, investimenti e strategie imprenditoriali


ore 18.30-19.00 - Scalone di Palazzo Reale (Piazza Plebiscito)

Immaginando un ballo a Napoli

A cura di Biagio Terracciano (Presidente dell’Associazione Culturale Dimensione Polifonica) e Ileana Parascandolo (Presidente dell’Associazione F.I.DA.S.E.M.-Fondazione Italiana Danza Storica e Musica).
Partecipano: Cosimo Alberti, Barbara Bonaccorsi, Roberta Guida, Crescenzo Liccardo, Gloria Sigona, Livia Spoto (allievi del Centro D’ArteTersicorea di Napoli) e gli allievi dell’ISIS Boccioni-Palizzi.
Complesso Strumentale Dimensione Polifonica: Giancarlo Cascino (contrabbasso), Alessandra D’Eugenio (clarinetto), Vittorio Sbordone (violino), Biagio Terracciano (pianoforte e direzione)


In collaborazione con:
Archivio di Stato di Napoli
Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” di Napoli
Università Suor Orsola Benincasa
Teatro di San Carlo (MeMus).


Contatti

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo (328 6230958)

 

 
?>