Author aduim

«Convegno “Musicology in progress”. Call for papers prorogata fino al 31 gennaio 2023».


È stata pubblicata di recente la «Call for proposals» di MUSICOLOGY IN PROGRESS – Convegno Internazionale di Studenti di Musica e Musicologia, organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università degli Studi di Pavia (unipv), l’Associazione Studenti di Musicologia e Beni Culturali dell’Università degli Studi di Pavia, la Scuola di Musica dell’Università di Zulia (luz), la Rete di Ricerca studentesca dell’Università di Zulia (redieluz) e il patrocinio della Società Italiana di Musicologia (sidm).

Siamo lieti di invitarvi a presentare la vostra proposta di intervento, oppure a diffondere l’annuncio con i vostri amici, colleghi o studenti. Sarà un’occasione unica per condividere nuovi spunti di ricerca e la passione per lo studio della musica e della musicologia, facendo esperienza di divulgazione accademica e confronto con altri studenti (di laurea triennale, magistrale e dottorandi) a livello internazionale. Non perdetevi questa opportunità! LA SCADENZA PER L’INVIO DELLE PROPOSTE È STATA PROROGATA FINO AL 31 GENNAIO 2023.

Scarica la call

Giuseppe Torelli e la Musica del suo Tempo a Bologna (Bologna, 28 – 30 settembre 2023)

Call for proposals

Gruppo di Ricerca “Arcomelo”, Conservatorio “G.B. Martini” (Bologna), Schola Cantorum Basiliensis (Musikakademie Basel).

La figura e le opere di Giuseppe Torelli (Verona 1658 – Bologna 1709) sono state ancora poco indagate in campo musicologico. Torelli è stato tuttavia un compositore che ha avuto enormi meriti soprattutto nel campo della creazione della forma-concerto, servendo da modello a tutti coloro che, a partire dalla generazione a lui successiva, si sono cimentati in questo campo, primo fra tutti Antonio Vivaldi.

Il convegno ha per obiettivo da un lato lo studio della vita, delle opere e dell’influenza esercitata, in una prospettiva europea, di Giuseppe Torelli sulla musica strumentale bolognese ed emiliana. Al tempo stesso esso mira a far luce su altre singolari figure della vita musicale bolognese e sulla circolazione di musica e musicisti a Bologna nel periodo in questione. Pur dando preferenza a queste due tematiche, il comitato scientifico invita ad inviare proposte anche su altri aspetti della musica strumentale bolognese del periodo 1670–1710, quali i rapporti fra mecenatismo e produzione, le reciproche contaminazioni fra musica strumentale e vocale, la manifattura di strumenti, o aspetti di prassi esecutiva.

Inoltre, le giornate di studio a lui dedicate intendono dare nuovi impulsi agli studi sul compositore e agire anche su altri due differenti piani: innanzitutto sul piano didattico, con workshop volti a dare una formazione specifica sullo stile bolognese nel periodo a cavallo fra XVII e XVIII secolo sotto la guida di docenti specializzati; e in secondo luogo sul piano pratico-esecutivo, fornendo agli studenti, con la partecipazione a concerti in luoghi diversi, esperienze professionali di alto profilo sia nel campo solistico-cameristico che in quello orchestrale, e dando al tempo stesso la possibilità di incontrare e interagire con altre figure di spicco del panorama della musica antica.

Il convegno si terrà nella Sala Bossi del Conservatorio di Bologna, dove è esposto il ritratto di Giuseppe Torelli, sia in diretta che in collegamento remoto con streaming degli interventi in situ.

Il comitato scientifico, costituitosi dieci anni or sono in occasione del Congresso Arcomelo 2013 (Enrico Gatti, Marc Vanscheeuwijck, Guido Olivieri, Agnese Pavanello, Antonella D’Ovidio e Francesco Zimei) invita a presentare proposte di relazioni mediante l’invio di un abstract.

L’abstract (anonimo) dovrà includere il titolo della relazione e un testo della lunghezza massima di 250 parole che indichi l’argomento, lo stato delle ricerche e le principali fonti di riferimento, nonché l’importanza e originalità del contributo.
In un file separato, oltre al titolo della relazione, andranno indicati anche nome e cognome dell’autore, contatto email e un breve curriculum (1 pagina).

L’abstract e il file con i dati anagrafici dovranno pervenire entro il 31 marzo 2023 in allegato al seguente indirizzo: arcomelog@gmail.com
Le relazioni dovranno avere la durata massima di 25 minuti.
Si prevede la pubblicazione degli atti del congresso. Al termine del congresso ciascun relatore dovrà fornire un file Word con il testo completo del proprio intervento, redatto secondo i criteri editoriali che verranno comunicati al momento della selezione. Dopo la conclusione dei lavori è previsto un termine di 60 giorni per eventuali aggiornamenti prima di procedere alla lavorazione del volume.

17th Moisa Research Seminar on Ancient Greek and Roman Music (Bressanone/Brixen, 10-14 July 2023)

The Moisa Research Seminar is a week-long seminar on Ancient Greek and Roman Music that, since 2004, have been attended from students and scholars from several European, American and Asiatic countries (https://www.moisasociety.org/it/seminars/).

From 10th to 14th July 2023 the Seminar will be organised by the Department of Cultural Heritage of the University of Padua and it will take place in Bressanone/Brixen, Italy (with the possibility to follow the event also in streaming on Zoom). Following the customary format (originated in Corfu and then moved for some years to Riva del Garda), the programme will comprise morning sessions (10am–1pm), devoted to the study of a particular text and topic, as well as a series of evening lectures (6–7.30pm) on other issues of interest.

The 17th Moisa Seminar shall focus on Pliny’s Natural History, one of the largest encyclopedic works from the Roman world on the natural world or life, where music was relevant too: this text will be the starting point for a survey of the evidence on the music in the natural world and environment in antiquity and its reception.

The opening lecture will be delivered by Prof. Egert Pöhlmann (Erlangen), while the speakers will include (in alphabetic order): Prof. Anna Anguissola (Pisa), Prof. Simone Beta (Siena), Prof. Pauline LeVen (Yale), Prof. Sylvain Perrot (Strasbourg), Prof. Donatella Restani (Bologna), and Prof. Stefano Rocchi (Pavia).

The afternoons are free for swimming in a wonderful indoor swimming pool & sauna, sightseeing, sleeping, or further discussion. The evening lectures will provide an overview of the most recent developments in the field of ancient Greek and Roman music and its cultural heritage, as well as a chance to improve current projects thanks to the feedback and questions of the audience. A more detailed program will be announced as soon as possible.

Both morning and evening sessions will take place at the so-called ‘Casa della Gioventù’ of the University of Padua, near the historic city-centre of Brixen (https://www.unipd.it/sede-bressanone), in a space particularly suitable for the exchange of ideas that is so typical of, and vital for, this seminar. This university campus includes classrooms, common areas, and a little bar in which it is possible to have breakfast and coffee. The ‘Casa della Gioventù’ can provide accommodation at 35 euros per night and person. For information to book a room please contact Dr Silvia Tessari (silvia.tessari@unipd.it) or Dr Giovanna Casali (giovanna.casali2@unibo.it), or Dr Alessia Zangrando (alessia.zangrando2@unibo.it).

The fee for participation in presence is 70 euros. It will be also possible to attend the seminar online: the evening lectures will be freely available online while, in order to follow via Zoom the morning sessions and have access to the material prepared by the speakers, students who cannot travel to Italy should become member of MOISA and pay a membership fee of 25 euros (https://www.moisasociety.org/it/join-or-renew-with-moisa/). The Moisa Society and the Department of Cultural Heritage of the University of Bologna will kindly offer a scholarship to one student covering the costs of accommodation and fees (information on how to apply will be announced soon).

Those who plan to participate may express their interest and register on the following page: https://forms.gle/p2dkbR62xAmmPih26 .

For any other information, please get in touch with the scientific organiser, Dr Silvia Tessari (silvia.tessari@unipd.it).

Call for Papers Download

A Roma, il 6 e 7 dicembre il convegno su Musica e Terza Missione. A cura della commissione per la Terza Missione di ADUIM, in collaborazione con la Fondazione Roma Tre Teatro Palladium e con il sostegno del MiC – Direzione dello Spettacolo dal vivo.

La manifestazione, cui parteciperanno anche i rappresentanti ANVUR, CRUI e CUN, sarà trasmessa interamente in streaming sulla pagina Facebook dell’ADUIM e sul canale YouTube del Teatro Palladium.

Scarica il programma in PDF.

Geneva Biennial Baroque 2023 (Call for Papers)

The 20th Biennial International Conference on Baroque Music will be hosted by the Haute École de Musique de Genève-Neuchâtel at its Geneva campus from Wednesday 28 June 2023 to Sunday 2 July 2023 inclusive.

Maggiori informazioni

Premio e collana “Tesi rossiniane”

la Fondazione Rossini, in collaborazione con la Fondazione Riz e Katyna Ortolani, ha istituito il premio “Tesi rossiniane” che viene attribuito alle migliori tesi di laurea e dottorato di argomento rossiniano discusse nelle università e nei conservatori italiani e stranieri. L’argomento delle tesi può essere rossiniano in senso lato: non solo Rossini, ma anche il linguaggio operistico del suo tempo e i diversi contesti in cui egli operò o venne recepito. I lavori potranno essere scritti nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, portoghese, spagnolo e tedesco.

Maggiori informazioni

“Il musical di metà Novecento: teatro, cinema, televisione” (IULM, 28-29 novembre 2022)

Università IULM di Milano/IULM University, Milan, Italy

Master in “Music Publishing and Production”-Department Giampaolo Fabris

Master “Editoria e produzione musicale”-Dipartimento Giampaolo Fabris

Sala dei 146, IULM 6, 28 e 29 novembre 2022/November 28 and 29, 2022

 

International Symposium “The Mid-century Musical : Stage, Screen and Television”/Convegno internazionale “Il musical di metà Novecento: teatro, cinema, televisione”

Conceived and directed by/Ideato e diretto da Luca Cerchiari e William Everett

With a sponsorship by Finleonardo s.p.a./Con il contributo di Finleonardo s.p.a.

 

Maggiori informazioni

Bando per sei borse di studio residenziali (Accademia Musicale Chigiana)

In vista delle celebrazioni programmate per il centenario delle attività musicali nella sua sede storica di Palazzo Chigi Saracini, l’Accademia bandisce 6 borse di studio residenziali dell’importo di € 3000,00 ciascuna destinate a laureati, italiani e stranieri, che intendano svolgere ricerche sull’Accademia Musicale Chigiana e il suo ruolo nella storia della musica, dal Novecento all’attualità.

Maggiori informazioni

Giornata di studio su Matilde di Shabran di Gioachino Rossini (Sapienza, Roma, 11 novembre 2022)

Call For Papers “Musica e liturgia in Italia nel Sei e Settecento” (Bologna, 21-22 aprile 2023)

All’inizio del 1753 padre Giambattista Martini lasciò il convento bolognese di S. Francesco per recarsi a Roma: il ministro generale dell’Ordine dei minori conventuali lo aveva richiesto per predisporre e dirigere le musiche per il triduo di beatificazione di Giuseppe da Copertino. Le celebrazioni si svolsero il 6, 7 e 8 maggio di quell’anno nella basilica francescana dei SS. XII Apostoli e consistettero in tre messe e tre vespri; le musiche di Martini ottennero un notevole successo, tant’è che nell’autunno il papa Benedetto XIV gli offrì ufficiosamente il posto di coadiutore al magistero della cappella di S. Pietro in Vaticano. In via altrettanto ufficiosa, il Francescano tuttavia non accettò la proposta, preferendo la tranquillità del convento bolognese per dedicarsi agli studi.

Maggiori informazioni