Linguaggi, esperienze e tracce sonore sulla scena

In quanto evento performativo, il teatro nasce come esperienza multimediale, in cui le diverse componenti verbali, visive, uditive e coreutiche acuiscono la percezione polisensoriale dello spettatore e lo rendono fruitore di una molteplicità di linguaggi che si intrecciano tra loro, contaminando e ampliando campi semantici di diversa natura. In
particolare, l’elemento sonoro risulta imprescindibile dall’azione scenica in quanto tale: sia esso presente o del tutto assente, articolato in partiture musicali o declinato in rumori o performance vocali, è in grado di suscitare emozioni e reazioni emotive per via alogica e intuitiva.

Leggi tutto...
 
Scritti critici e di poetica di Federico Incardona

Il Dipartimento di Scienze umanistiche dell'Università di Palermo  organizza in collaborazione con la Fondazione Orchestra Sinfonica  Siciliana un incontro dedicato alla musica e al pensiero critico del  compositore palermitano Federico Incardona (1958-2006), sabato 20 ottobre 2018 nell'Aula rossa del Politeama Garibaldi.

Leggi tutto...
 
ll teatro di Bellini. Spettacolo - prassi esecutiva - multimedialità

A quasi un ventennio di distanza dalle celebrazioni belliniane del 2001, la Fondazione Bellini e il Centro di Documentazione per gli studi belliniani dell'Università di Catania (Dipartimento di Scienze Umanistiche), in collaborazione col Teatro Massimo Bellini e col patrocinio dell'ADUIM (Associazione fra Docenti Universitari Italiani di Musica), organizza un convegno internazionale che si propone di affrontare problematiche relative alla realizzazione e alla diffusione dell”opera di Bellini. Particolare attenzione sarà rivolta alla dimensione performativa, all'esecuzione musicale e agli interpreti, alla registrazione audio e video, alla diffusione dell'opera belliniana tramite radio, televisione, cinema, piattaforme Web, social media.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 13 - 16 di 76
?>