Il mandolino a Napoli nel Settecento

Le giornate di studio “Il mandolino a Napoli nel Settecento” (30 novembre/1 dicembre 2018, Fondazione Pietà de' Turchini, Via S. Caterina da Siena 38 - Napoli) sono state promosse con l’obiettivo di raccogliere e far dialogare tra loro e con il pubblico alcuni tra i maggiori esperti del mandolino napoletano e della musica napoletana del ‘700, per riportare alla luce uno strumento e un repertorio importanti per la storia musicale, culturale e sociale del XVIII secolo. L’evento nasce nell’ambito del progetto omonimo, coordinato dall’Università di Bologna, l’Università di Uppsala e l’Accademia Mandolinistica Napoletana, ed è il primo di tre appuntamenti che verranno realizzati nei prossimi anni, dopo Napoli, a Bologna e a Uppsala.

Partecipanti: Anna Rita Addessi, Lars Berglund, Rosa Cafiero, Domenico D’Alessandro, Raffaele Di Mauro, Massimiliano Essolito, Cesare Fertonani, Chiara Lijoi, Paologiovanni Maione, Francesco Nocerino, Anna Maria Rao, Davide Rebuffa, Renato Ruotolo, Pasquale Scialò, Francesca Seller, Rosa Smurra, Paul Sparks, Mauro
Squillante, Lucio Tufano, Stefano Valanzuolo.

Concerti dell’Ensemble Galanterie a Plettri e dei Solisti dell’Esemble.

Comitato scientifico: Anna Rita Addessi (Università di Bologna), Lars Berglund (Università di Uppsala), Mariafederica Castaldo (Fondazione Pietà de’ Turchini), Paologiovanni Maione (Conservatorio di Napoli), Mauro Squillante (Conservatorio di Salerno)

Promosso da: Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, Fondazione Pietà de’ Turchini-Napoli, Kungl-Vitterhetsakademien (Svezia)

In collaborazione con il Conservatorio di Napoli, Il Conservatorio di Salerno e l’Accademia Mandolinistica Napoletana

Per maggiori informazioni: www.mandolinonapoli700.com

Scarica il programma completo

 
?>