Rossini after Rossini: musical and social legacy (1868-1918)

L’influenza del fenomeno Rossini sulla propria contemporaneità è stata ed è oggetto di innumerevoli saggi, convegni e pubblicazioni: la lunga parabola biografica (1792-1868) che ha inizialmente interessato l’ambito prettamente musicale (Paganini, Giuliani, Pacini, Mercadante, Schubert, Donizetti, Bellini, Auber, Meyerbeer, Verdi, Offenbach, Bizet, solo per citarne alcuni) si è poi via via espansa anche in ambito letterario, filosofico e politico (Stendhal, Balzac, Schopenhauer, Mazzini).

Meno indagato è tuttavia il lascito rossiniano nei confronti del secondo Ottocento ed il primo Novecento; in occasione dei centocinquant’anni dalla scomparsa, il presente convegno (che si terrà a Lucca, nel Complesso Monumentale di San Micheletto, dal 19 al 21 ottobre 2018) intende focalizzare l’interesse su un arco temporale che corrisponde più o meno al cinquantennio successivo al 1868, fino quasi alle soglie della cosiddetta Rossini Renaissance che, iniziata tra i primi
anni Venti e gli anni Quaranta del Novecento, ne riportò in auge l’ interesse filologico ed esecutivo per la grande maggioranza della produzione e seppe dipanare con maggior chiarezza le ambiguità dell’uomo Rossini.

Le prospettive di indagine posso includere (ed ampliare) i seguenti argomenti:

  • Influenze sull’operetta parigina, viennese, inglese ed italiana
  • Influenze sugli operisti successivi, dal Grand opéra al Verismo
  • Teoria e prassi del canto lirico
  • Aspetti dell’orchestrazione e della strumentazione
  • Trattatistica e memorialistica
  • Letteratura e poesia
  • Fortuna critica
  • Rossini ed il cinema
  • Rossini, la canzone popolare e la romanza da salotto
  • Omaggi musicali e letterari a Rossini
  • Iconografia e ritrattistica rossiniana
  • Rossini nella politica, nella società e nell’opinione pubblica

Comitato scientifico:

• Lorenzo Frassà (Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini)
• Federico Gon (Universität Wien)
• Roberto Illiano (Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini)
• Arnold Jacobshagen (Hochschule für Musik und Tanz Köln)
• Fulvia Morabito (Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini)
• Massimiliano Sala (Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini)

Keynote Speaker:

• Arnold Jacobshagen (Hochschule für Musik und Tanz Köln)

Le lingue ufficiali della conferenza saranno inglese, francese e italiano. Tra contributi che parteciperanno verranno selezionati i più interessanti per una pubblicazione miscellanea.

La durata degli interventi sarà di massimo 20 minuti, lasciano il tempo per confronti e discussioni. Si prega di inviare un abstract di non più di 500 parole ed una pagina di biografia dell’autore. Tutte le proposte dovranno pervenire via e-mail entro e non oltre domenica 29 aprile 2018 all’indirizzo Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo Assieme alla proposta si prega di includere nome, contatti (e-mail, posta ordinaria, telefono) e, se presente, la struttura di affiliazione. Il comitato scientifico deciderà in merito agli abstracti pervenuti entro la metà di Maggio 2018, e tutti i artecipanti saranno immediatamente informati della decisione. Ulteriori informazioni riguardo a programma, registrazione, viaggi e pernottamento saranno comunicati dopo tale scadenza.

Per qualsiasi informazione ulteriore, si prega di contattare:

Dr. Massimiliano Sala
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
www.luigiboccherini.org

 
?>